diventa uno di noi

Vai alla pagina ICE

Vai al sito nazionale

visita il sito regionale

scopri il nostro magazine

I NOSTRI PARTNERS


Partner di CRI Spoltore







Dati Rete Linea Meteo

Scrivici


Visite totali:


Statistiche di oggi:

Emergenze

Sisma: avviata raccolta generi di prima necessità

terremotoIl Comitato di Spoltore della Croce Rossa Italiana ha avviato una raccolta straordinaria di generi di prima necessità (vestiti, igiene personale e alimenti) da destinare alle popolazioni colpite dal recente terremoto in centro Italia.
Raccomandiamo a chiunque voglia donare, di farlo seguendo queste poche indicazioni:

  1. vestiti possibilmente nuovi; usati solo se  igienizzati
  2. biancheria intima, uomo, donna o bambino – solo indumenti nuovi
  3. prodotti per l’igiene personale (saponi, bagnoschiuma, shampoo, dentifricio, spazzolini, dopobarba, etc.)
  4. Alimenti solo a lunga conservazione, non deperibili e possibilmente non in vetro. Consigliamo di preferire pasta, riso, legumi in scatola, tonno, zucchero, sale, caffè, the.

Non accettiamo medicinali, almeno in questa prima fase.

La raccolta avviene presso la nostra sede di Santa Teresa di Spoltore in via Mare Adriatico 21 e presso la postazione operativa in via Fellini (Centro Commerciale L’Arca) indicativamente dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 20.

Grazie per il vostro altruismo

 

La CRI contribuisce a progetto “Primary Health Clinic” in Siria

Syrian Arab Red CrescentIn considerazione dell’emergenza umanitaria causata dal perdurante conflitto in Siria e la necessità di supportare la consorella Syrian Arab Red Crescent fortemente impegnata nell’assistenza socio-sanitaria della popolazione, il Presidente nazionale CRI Francesco Rocca ha disposto con propria Ordinanza l’erogazione di un contributo per il finanziamento del progetto “Primary Health Clinic”.
Tale progetto prevede la creazione di un nuovo centro medico nella località di Sahnaia, nella regione Rural Damasco, operata dalla SARC e che sia in grado di fornire un servizio sanitario primario alla popolazione della suddetta città e delle zone limitrofe. I fondi saranno destinati all’affitto dell’edificio dove ospitare il centro medico per tre anni, alla copertura dei salari del personale e all’acquisto dell’attrezzatura sanitaria necessaria all’operatività del centro.

Francesco Martella nuovo DRAE CRI Abruzzo

Francesco MartellaPreso atto delle dimissioni recentemente presentate dal DRAE Alberto Sgavicchia, che noi tutti salutiamo e ringraziamo per il lavoro svolto, il Presidente Regionale CRI Abruzzo Gabriele Perfetti con propria Ordinanza del 9 luglio 2015 nr.12 ha provveduto a nominare il socio volontario CRI Francesco Martella nuovo Delegato Regionale per le Attivita di Emergenza (Area 3).
Martella, appartenente al Comitato Locale CRI di Giulianova, ha conseguito la specializzazione in Coordinamento regionale delle Attività del Settore Emergenza (Terzo Livello).
Al collega Francesco Martella le nostre sincere felicitazioni e gli auguri di buon lavoro.

Strage migranti, Rocca: “Le istituzioni rimettano al centro l’essere umano”.

Conferenza stampa a Catania“Ci sono state centinaia di morti in mare ma non sono mai state date risposte. Triton non è la risposta adeguata a questo fenomeno, che non possiamo certo chiamare emergenza visto che è un flusso ininterrotto da anni”. Così il Presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, durante la conferenza stampa tenuta a Catania nel pomeriggio del 21 aprile, insieme con il Segretario Generale della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Elhadj As Sy. All’incontro sono intervenuti anche Marco Consoli, Vice Sindaco Catania, Rita Grossi, Direttore Generale ASP 3, Giuseppe Spampinato, Direttore Sanitario ASP.

“Si è voluta sostituire all’operazione italiana Mare Nostrum – ha proseguito Rocca – e questa è quella che io ho definito una risposta imbarazzante perché era la risposta dell’Unione Europea, un’operazione che mensilmente costa un terzo di quello che il nostro Paese sosteneva da solo con una missione completamente differente che non è il ‘search and rescue’. Questa tragedia probabilmente poteva accadere anche con Mare Nostrum se è vero che c’è stata una collisione, ma se è vero come è vero che ci sono stati 20 mila morti da quando questo flusso ormai è iniziato venti anni orsono, di quante barche o barchini non abbiamo avuto conoscenza che si sono rovesciati? Molti. Grazie a Mare Nostrum si sono potuti intercettare e salvare”.

Continua a leggere… clicca qui

 

Disastro aereo Germanwings: sostegno psicosociale della Cruz Roja Española

Cruz Roja supporto psicosocialePiù di 40 volontari delle squadre ERIE (Respuesta Inmediata en Emergencias) di Supporto Psicosociale della Cruz Roja Española sono al lavoro per sostenere i familiari delle vittime dell’aeromobile Germanwings precipitato nel sud della Francia.

Durante l’intera giornata di ieri Cruz Roja ha offerto sostegno psicologico ai familiari delle vittime intervenuti presso l’aeroporto El Prat di Barcellona appena diffusa la notizia dell’incidente. Altri volontari si sono invece recati presso un centro educativo nella località di Linars del Vallés dove si erano radunati amici e conoscenti di alcuni dei giovani deceduti.

Continua a leggere