diventa uno di noi

Vai alla pagina ICE

Vai al sito nazionale

visita il sito regionale

scopri il nostro magazine

I NOSTRI PARTNERS


Partner di CRI Spoltore







Weather Underground PWS IPESCARA3

Scrivici


Visite totali:


Statistiche di oggi:

Comitato

Anche quest’anno migliaia di fiaccole a Solferino

“È stato un anno speciale in cui abbiamo vissuto momenti significativi. Il mio pensiero commosso e sentito va ai volontari e operatori morti nelle missioni umanitarie e a chi ci ha lasciato, come il presidente della CRI di Brugherio Alessio Messina. Un saluto anche ai rappresentanti delle Società Nazionali delle due Coree, paesi che finalmente sono tornati a parlarsi: anche in questo caso noi siamo creatori di ponti. Ecco perché c’è rabto bisogno della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa”. Così Francesco Rocca, presidente della CRI e della IFRC da Piazza Castello a Solferino in apertura della storica fiaccolata.

Migliaia i volontari giunti da ogni parte d’Italia e numerose le delegazioni straniere; tutti insieme hanno ricreato il suggestivo “serpentone” di fiaccole accese lungo la stessa strada che 159 anni fa Henry Dunant percorse insieme alle donne di Castiglione al grido di “tutti fratelli”, per portare soccorso e conforto alla moltitudine di feriti lasciati sul campo da una sanguinosissima battaglia.

Anche la Croce Rossa di Spoltore presente come sempre a questo evento con una delegazione di 10 volontari, guidati dal vicepresidente Franco Probi, che hanno così rappresentato l’intero Comitato.

Elhady As Sy, segretario generale della Federazione Internazionale, ha parlato di Solferino come simbolo di umanità, diversità, impegno e passione di tutti i volontari.

Prima della partenza il presidente Rocca ha ricevuto in dono dal vicepresidente della Croce Rossa Cinese, Guo Changjiang, la prima di 100 biciclette che saranno distribuite ai Comitati di tutta Italia.

 

Solidarietà alla Croce Rossa di Pescara

In queste ore di grande incertezza e preoccupazione tutti noi della Croce Rossa di Spoltore sentiamo forte il dovere di vicinanza e solidarietà ai colleghi del Comitato CRI di Pescara e al loro presidente Fabio Nieddu. Le sciagurate precedenti gestioni del Comitato pescarese e la miopia di amministratori locali non possono recare danno ad una intera comunità. Qualora venisse confermato l’ordine di sfratto dalla sede di via Avezzano si metterebbe a rischio il lavoro preziosissimo di centinaia di volontari per un’intera città.
Il presidente, il consiglio direttivo e i volontari della Croce Rossa di Spoltore esprimono piena solidarietà e sostegno ai colleghi della Croce Rossa Italiana Comitato di Pescara, auspicando una soluzione concreta in tempi brevi.

Le ultime modifiche regolamentari deliberate dalla CRI

Il Consiglio Direttivo Nazionale della Croce Rossa Italiana, riunitosi lo scorso 10 Marzo a Roma, ha deliberato significative modificazioni ad alcuni regolamenti in essere e che riguardano il conferimento di onorificenze, il Codice etico e i provvedimenti disciplinari, nonché la istituzione di nuovi Comitati CRI e l’organizzazione e ordinamento dei Volontari. Il Consiglio Direttivo Nazionale CRI ha inoltre deliberato il nuovo Regolamento sulla partecipazione dei Comitati CRI a consorzi, imprese sociali ed associazioni temporanee. Il testo di quest’ultimo regolamento (insieme a tutti gli altri) è scaricabile in pdf dalla nostra area Download.

Continua a leggere

La Croce Rossa fa festa alla RSA De Cesaris

Pomeriggio di festa per il Carnevale alla RSA De Cesaris di Spoltore, sabato 17 febbraio, dedicato ai tanti nonni ospiti della struttura e ai loro parenti. L’animazione come sempre è stata curata dai volontari del Comitato di Spoltore della Croce Rossa Italiana, grazie alla fattiva collaborazione del personale della Residenza assistita e la partecipazione graditissima del Coro “Neri per Scelta”: una formazione molto conosciuta ed apprezzata non solo nel territorio spoltorese. I Neri per Scelta hanno proposto il loro ricco repertorio di canzoni popolari, travolgendo tutti con la bravura e la simpatia che li distingue. Canti, balli, e tanta tenerezza con il “truccanonni” dei facepainters della CRI di Spoltore
È stato davvero bello e gratificante portare un poco di serenità agli ospiti della RSA che, nonostante le cure e le continue attenzioni che ricevono, vivono pur sempre lontani dalle famiglie e dagli affetti. Un pomeriggio che ha regalato molto anche ai volontari della Croce Rossa: hanno donato volentieri parte del loro tempo e sono stati ripagati dai sorrisi, dagli abbracci e dalle espressioni serene nei volti dei “nonni”.
Grazie alla disponibilità di quanti hanno partecipato, ai vertici della RSA De Cesaris, alla Direzione sanitaria che ha collaborato attivamente con la struttura di Area 2 del Comitato di Spoltore della Croce Rossa Italiana.

Anche CRI Spoltore all’udienza di Papa Francesco

Sabato 27 gennaio, in un’aula Paolo VI completamente tinta di rosso dalle divise di 6mila volontari, Papa Francesco ha voluto incontrare in Vaticano la Croce Rossa Italiana in udienza privata, ricevendo il saluto del Presidente nazionale Francesco Rocca.
Una giornata bellissima ed emozionante anche per i 20 volontari, guidati dal Presidente Pierluigi Parisi e dal suo Vice Franco Probi, che hanno rappresentato il Comitato CRI di Spoltore.
«La cultura dello scarto causa un numero imprecisato di invisibili, imprigionati “nel cono d’ombra dell’indifferenza”, il vostro lavoro, invece, richiama “la figura evangelica del Buon Samaritano” e genera speranza per il futuro dell’uomo». Con queste parole di riconoscenza Papa Francesco ha voluto salutare i membri della Croce Rossa Italiana. «Uomini e donne – ha sottolineato a braccio – che rappresentano veri “profeti”, capaci di risvegliare il mondo indifferente, di “schiaffeggiare”, con le parole e la testimonianza, l’egoismo sociale. La cultura dello scarto è una cultura senza volti».

Continua a leggere