diventa uno di noi

Vai alla pagina ICE

Vai al sito nazionale

visita il sito regionale

scopri il nostro magazine

I NOSTRI PARTNERS


Partner di CRI Spoltore







Weather Underground PWS IPESCARA3

Scrivici


Visite totali:


Statistiche di oggi:

Eventi

Il Se.P. di Spoltore all’esercitazione del Modavi

Relazione tecnica sull’intervento dei nostri operatori del Servizio Psicosociale nell’ambito dell’evento esercitativo predisposto dall’Associazione Modavi per il IV Campo scuola nazionale di Protezione civile.
(a cura di Mariagrazia Pantanella e Cinzia Iurisci)

Il giorno sabato 07 ottobre 2017 la squadra Ssep del Comitato CRI di Spoltore ha partecipato, insieme alle altre specialità del Comitato stesso, alla simulazione che si è svolta nell’ambito del IV Campo scuola nazionale del Modavi di Protezione Civile, sullo scenario di un ipotetico evento sismico a Spoltore.
Dopo l’accreditamento presso il Campo situato in zona L’Arca a Villa Raspa di Spoltore, la squadra si è divisa in due gruppi da tre volontari, tutti in divisa ordinaria e forniti di elmetti di protezione e gilet ad alta visibilità identificativi del Servizio. Il primo gruppo si è recato sul crash ed ha operato appoggiandosi al Pma (è stato deciso di non montare la tenda SeP a causa del forte maltempo in corso).

Continua a leggere

Convocata l’Assemblea Nazionale dei Giovani CRI

Il Rappresentante nazionale dei Giovani CRI e Vice presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, Gabriele Bellocchi, ha convocato in via ordinaria l’Assemblea Nazionale dei Giovani della CRI il giorno 10 dicembre 2017 (seconda convocazione), alle ore 10 presso il Crowne Plaza Hotel di San Donato Milanese, in via Adenauer 3, per discutere e deliberare sul seguente Ordine del Giorno:

  • Approvazione proposte di modifica dei Regolamenti e dello Statuto della Croce Rossa Italiana.
  • Approvazione linee di indirizzo strategiche sull’attività della Croce Rossa Italiana verso la gioventù per il biennio 2018/2020.
  • Approvazione bilancio delle attività 2017.
  • Varie ed eventuali.

Si rammenta che in caso di assenza o impedimento del Rappresentante locale della gioventù non sono ammesse deleghe.

8 maggio Giornata della Croce Rossa. Consegnata la bandiera al Sindaco di Spoltore

La bandiera della Croce Rossa Italiana accanto a quella del Comune di Spoltore, dell’Italia e dell’Europa  sventola dalla sede del Municipio, per evidenziare l’adesione alla Giornata internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa dell’8 maggio, anniversario della nascita del fondatore Henry Dunant: e proprio in quel giorno, ha annunciato il sindaco Luciano Di Lorito, sarà rinnovata la convenzione per i locali dove attualmente sono ospitate le attività del Comitato di Spoltore della CRI. “Sostenere la Croce Rossa è un dovere” ha dichiarato Di Lorito ricevendo la bandiera della CRI nella sua stanza direttamente dalle mani del presidente Pierluigi Parisi accompagnato da una delegazione di volontari. Di Lorito ha poi aggiunto: “Una delle cose più belle di questi 5 anni da sindaco è aver rafforzato il ruolo delle associazioni, anche se è più corretto considerare la CRI una istituzione”. Parisi a sua volta ha ricordato che “Questo Comitato è nato grazie all’impegno del Comune e di questo Sindaco. Oggi a Spoltore contiamo 319 volontari e due sedi, una amministrativa ed una operativa H16 per le nostre ambulanze. Speriamo di renderla presto h24, ma questo sarà possibile sempre e solo con il sostegno delle istituzioni e dell’amministrazione comunale”. Il sindaco e il presidente del comitato hanno firmato anche due manifesti dell’8maggio da conservare in ricordo della giornata, uno in municipio e l’altro nella sede della CRI: “l’ottavo sei tu”, che quest’anno evidenzia la Giornata Mondiale. Accanto ai Sette Principi della Croce Rossa (umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità, trasversalità) l’ottavo è infatti il volontario stesso.

Centro L’Arca “cardioprotetto” grazie a CRI Spoltore

Il Centro Commerciale L’Arca è diventato “cardioprotetto” grazie al fattivo contributo del Comitato di Spoltore della Croce Rossa Italiana che ha donato un defibrillatore automatico esterno (DAE) alloggiato in un’apposita teca, in posizione centralissima rispetto alla struttura e a disposizione di tutta l’utenza. L’iniziativa è il doppio risultato sia dell’impegno di tutti i volontari di Croce Rossa che della stretta collaborazione tra L’Arca e la CRI di Spoltore che all’interno del Centro ha anche una postazione operativa di ambulanze inserite nel sistema di soccorso 118.
Sabato 15 aprile si è tenuta la cerimonia di consegna del DAE presenti il presidente del Comitato CRI Pierluigi Parisi, il direttore del Centro Commerciale L’Arca Paolo Palombo e il vicepresidente regionale della CRI Abruzzo Pierpaolo Esposito.
Il nuovo defibrillatore potrà essere utilizzato, in caso di necessità sia dal personale di Croce Rossa che dal personale del Centro Commerciale appositamente formato al Bls-D grazie alla sinergia con il Suem 118 di Pescara.
Avere a disposizione in tempi rapidissimi un Defibrillatore automatico soprattutto in luoghi molto frequentati è fondamentale: in caso di arresto cardiaco un DAE può fare la differenza e salvare una vita umana. Si tenga presente che le possibilità di salvare una persona in arresto cardio-respiratorio, con il conseguente danneggiamento del cervello, calano del 10% ogni minuto perso. Dopo 4 minuti di assenza di ossigeno al cervello si va incontro a danni cerebrali in molti casi reversibili; dai 6 minuti in poi i danni diventano irreversibili.
Di qui l’importanza dell’installazione presso il Centro L’Arca, come hanno sottolineato il presidente Parisi e il direttore Palombo: un presidio di sicurezza per tutti, sperando sempre che il suo utilizzo non sia mai necessario.

Francesco Rocca: “Trattati di Roma. C’è davvero qualcosa da festeggiare?”

All’indomani dei festeggiamenti per i sessant’anni dei Trattati di Roma, istitutivi della Comunità economica europea, Francesco Rocca, presidente di Croce Rossa italiana e vicepresidente della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, nell’ultimo pezzo uscito oggi sul suo blog dell’Huffington Post, afferma: “Lo voglio dire senza mezze misure: dal mio punto di vista, l’anniversario dei trattati di Roma non è un buon motivo per festeggiare, anzi il contrario”.

Il presidente di CRI si chiede come facciano i rappresentanti di tutte le nazioni europee a festeggiare la ricorrenza mentre stiamo vivendo giorni in cui centinaia di persone in fuga da guerre e miserie continuano a morire in mare.

“60mila persone sono bloccate da un anno in Grecia – spiega Rocca –  in un limbo in cui le Istituzioni europee non danno risposta. In tanti, tantissimi, in Italia aspettano il famoso piano di relocation. Per non parlare delle difficoltà sociali in buona parte dell’Unione Europea, della disoccupazione giovanile alle stelle, del ritorno dei venti isolazionisti e xenofobi, del valore della solidarietà che è sempre meno presente all’interno dei dibattiti nazionali ed europei”. 

Francesco Rocca, pur riconoscendo il valore simbolico della ricorrenza, denuncia come i valori fondanti dell’Europa siano messi in secondo piano, a favore dell’economia e della finanza. “Oltre l’economia, c’è molto altro – chiude Francesco Rocca – l’ho già detto. Ma senza rispetto della dignità dell’essere umano, l’Europa rischierà, purtroppo, di fallire”.

Leggi l’articolo completo sull’Huffington Post