diventa uno di noi

Vai alla pagina ICE

Vai al sito nazionale

visita il sito regionale

scopri il nostro magazine

I NOSTRI PARTNERS


Partner di CRI Spoltore







Dati Rete Linea Meteo

Scrivici


Visite totali:


Statistiche di oggi:

redazione

A Capodanno festeggia senza di noi. Non fare il botto!

Anche quest’anno la Croce Rossa Italiana – Comitato di Spoltore rilancia la campagna “A Capodanno festeggia senza di noi: non fare il botto!”: lo scopo è di evitare che si possa rimanere vittima di lesioni, a volte anche molto gravi, specie nelle fasi di accensione dei fuochi che possono diventare dei veri e propri “ordigni” se adoperati da mani inesperte.
Tra poche ore saremo nel nuovo anno. Dappertutto accoglieremo il 2019 con musica, feste e, dove permesso, i fuochi d’artificio la faranno da padroni. E’ bene ricordare innanzitutto che il Sindaco di Spoltore con apposita ordinanza anche quest’anno vieta l’utilizzo di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico, e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico, fatta eccezione, ma sempre con controllo adeguato dei relativi effetti, per i materiali pirotecnici che per loro natura e funzione non siano concepiti per causare esplosioni e rumori molestie che siano limitati alla produzione di semplici effetti luminosi.
Quindi, affinché la festa non venga rovinata da spiacevoli incidenti è necessario rispettare le disposizioni dell’autorità ed in ogni caso, anche dove possibile, è sempre bene tenere a mente le regole basilari per l’uso corretto degli artifici pirotecnici. 

Continua a leggere

#BullononéBello: presentazione della nostra colonnina antibullismo

Giovedì 20 settembre 2018, alle ore 10.00, presso il Palazzetto dello Sport del comune di Spoltore, la Croce Rossa Italiana – Comitato di Spoltore ha convocato una conferenza stampa a cui parteciperanno:

Gian Mauro PLACIDO, Direttore tecnico del compartimento di Polizia Postale e delle comunicazioni
Abruzzo;
Muni CYTRON, Sociologo;
Maria Ida DI GENNARO, Psicologa dell’infanzia;
Pierluigi PARISI, Presidente Comitato CRI di Spoltore.

Sarà presentato il progetto pilota “Bullo non è Bello”, il primo attuato sul territorio nazionale poiché si basa su una forma di contatto e/o una richiesta di aiuto decisamente innovativa: una “colonnina antibullismo” grazie alla quale premendo un solo pulsante, posto al centro della stessa, sarà possibile allertare il 114 numero di emergenza infanzia, la Polizia di Stato e la Croce Rossa Italiana in caso di violenza fisica.
La colonnina verrà installata presso la Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo Statale di Spoltore (PE).

#BulloNonèBello – Non restare a guardare, taglia la catena del Bullismo

Una delle problematiche che da tempo coinvolge i giovani in età adolescenziale-evolutiva e che, malgrado interventi educativi e campagne di informazione non ancora sembra regredire è proprio il bullismo. Nonostante la crescente attenzione riservata dai media, tale fenomeno comportamentale continua a riprodursi e propagarsi utilizzando spesso i canali “social” di cui i giovani sono grandi fruitori. Rafforzare le campagne informative/educative contro il bullismo e trovare nuove forme di “contatto” per meglio essere di aiuto a chi si trova in questa difficile situazione è un intervento necessario ed urgente. La colonnina antibullismo si propone di diventare uno strumento capace di creare una rete di collaborazione tra i vari enti, a tutela di chi vive questa problematica.

 

Contro le barriere del pregiudizio “Il velo d’Italia”, concorso nazionale di poesia.

Quest’anno, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, partirà il concorso nazionale di poesia “Il Velo d’Italia”, con cui la Croce Rossa Italiana intende sensibilizzare gli studenti sul tema delle forme di discriminazione legate al fenomeno migratorio attraverso la solidarietà e l’arte. Il contest è stato lanciato oggi, 18 dicembre, in concomitanza con la Giornata Internazionale dei Migranti.
Il Progetto “Il Velo d’Italia” si propone di aumentare la conoscenza e la consapevolezza dei giovani sul fenomeno migratorio, con l’obiettivo ultimo di creare comunità più inclusive in grado di promuovere la tolleranza, la cultura della non violenza, il rispetto reciproco ed eliminare le barriere del pregiudizio. Il
concorso, indirizzato a tutti gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado che abbiano seguito un incontro con i volontari CRI sulla tematica del Concorso, prevede l’ideazione e la produzione di una poesia sul tema: Sogni, Illusioni e luoghi comuni, con riferimento al tema delle migrazioni.

Approvato il Codice CRI per la Prevenzione e il contrasto alle molestie sessuali.

Il Consiglio Direttivo Nazionale della Croce Rossa Italiana, con Delibera 129/18 del 9 Novembre 2018, ha approvato il Codice di condotta per la prevenzione e il contrasto alle molestie sessuali. Richiamandosi, tra gli altri, ai principi costituzionalmente sanciti di parità tra uomini e donne, a tutela della persona e del lavoratore; alla normativa comunitaria sulla tutela della dignità delle donne e degli uomini sul posto di lavoro e sulle molestie sessuali; alle linee guida contro le molestie e alla policy di prevenzione e risposta allo sfruttamento sessuale e agli abusi della IFRC, il Comitato Nazionale CRI ha inteso dotarsi di un ulteriore strumento, ad integrazione delle disposizioni del Codice Etico, dei provvedimenti disciplinari e collegi disciplinari, volto a prevenire e/o contrastare comportamenti che configurino molestie sessuali nei confronti dei soci, dei dipendenti e dei terzi destinatari delle attività della Croce Rossa Italiana.

Codice di condotta per la prevenzione ed il contrasto alle molestie sessuali (leggi o scarica il PDF)

“Eyes on the Road”: i Giovani CRI per la sicurezza stradale.

Domenica 18 novembre i Giovani CRI della Croce Rossa Italiana – Comitato di Spoltore hanno celebrato la Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della Strada, con un’attività di sensibilizzazione presso il Centro Commerciale L’Arca.
“Eyes on the road” è stata l’occasione per riflettere ancora una volta sul costante e inarrestabile aumento dei morti sulla strada. I nostri giovani hanno proposto alla popolazione di tutte le età simulazioni di guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, grazie all’utilizzo di appositi software e di speciali occhiali.
E’ appena il caso di ricordare che in Italia, secondo l’Istat, nel 2017 a causa di incidenti stradali ci sono stati 3.378 decessi, contro i 3.283 del 2016. I feriti sono stati 246.750. Questo testimonia come i mezzi di locomozione siano potenziali armi letali. Ancora più preoccupanti, però, sono i dati relativi all’inizio del 2018, secondo cui i morti sulle strade sono aumentati del 20%.